Articoli

Consigli per il commercio online

Le caratteristiche principali del commercio online

Lo sviluppo di internet ha portato, negli ultimi anni, ad una nuova modalità di commercio, quello online. L’e-commerce, dopo un primo periodo di dubbi e incertezze, oggi è una realtà che spesso fa la differenza nella scelta di un sito rispetto ad un altro. Naturalmente, se un’azienda punta a realizzare un sito web corredato di area per il commercio online è fondamentale che essa si rivolga a professionisti del mestiere, ossia a web agency che garantiscano un lavoro non solo ben fatto dal punto di vista dell’immagine, ma sicuro e funzionale dal punto di vista pratico.

Se dal punto di vista fiscale l’apertura di un e-commerce va seguita dal commercialista, che saprà dare le varie indicazione per essere in regola con il fisco, dal punto di vista puramente tecnico, rivolgersi a una web agency rappresenta la scelta più indicata. Infatti, è molto facile trovare siti pre-confezionati carini e ben fatti e dotati di e-commerce oppure giovani informatici in grado di realizzare siti web molto funzionali. Tuttavia, è importante comprendere un particolare elemento: il commercio online, proprio come quello reale, non può essere fatto da quanti non abbiano competenze specifiche nel settore. Una web agency, quindi, è in grado di fornire tutte le informazioni relative alle migliori strategie di marketing sul web perché lavora con esperti del settore che sanno fare la differenza tra un e-commerce aperto per hobby e uno che punta a vendere per realizzare profitti reali.

La vendita online e le aziende

I canali di vendita online sono utilizzati sia da privati che da aziende, ma si può dire che le modalità di realizzazione e utilizzo sono molto differenti. Un’azienda utilizza l’e-commerce quasi sempre per affiancare altri canali di vendita, anche se oggi sono sempre di più le aziende che operano e vendono solo ed esclusivamente online. Vendere online è sicuramente un modo per poter essere contattati da tutto il mondo: naturalmente sta all’azienda decidere quali siano i limiti geografici entro cui effettuare le spedizioni. Si tratta di scelte che dipendono non solo dall’azienda, ma anche dal tipo di prodotti che si vendono. Prodotti tipici, difficili da trovare in determinate aree geografiche, possono avere un mercato online molto interessante, e di vasta portata. Chi vuole puntare al mercato internazionale, naturalmente, deve prevedere un sito internet che, oltre ad avere l’e-commerce, abbia anche la possibilità di scegliere tra una o più lingue. Ma questo è solo uno degli aspetti che caratterizzano la scelta di un e-commerce di larga portata. Un altro aspetto importante, ad esempio, riguarda la riorganizzazione interna del personale, visto che si dovranno prevedere dei ruoli specifici per la presa di carico degli ordini, per gli imballaggi e per le spedizioni. Per questo motivo, è molto consigliabile partire facendo piccoli passi, ossia offrendo inizialmente solo la vendita di alcuni prodotti o limitandosi, ad esempio, al solo mercato nazionale. In questo modo si avrà il tempo non solo di far conoscere la propria attività di commercio online, ma anche di formare il personale che dovrà seguire i vari aspetti relativi all’e-commerce. La precisione nella ricezione degli ordini, nella spedizione e nella consegna sono fondamentali per far sì che i clienti tornino ad acquistare presso un determinato sito.

Non solo vendita: l’importanza della comunicazione e del monitoraggio

Quando si realizza un sito per l’e-commerce non si può pensare semplicemente di attendere che i clienti effettuino delle compere. Diventa fondamentale curare la comunicazione, sia essa tramite il sito stesso, tramite un servizio di newsletter, o di social network. Un’azienda che lanci un sito con e-commerce può migliorarne la visibilità effettuando un lancio promozionale, una presentazione ufficiale o altro che permetta di far conoscere, a quanti possono essere interessati, la nascita del settore vendita online. Inoltre, può essere importante, soprattutto all’inizio, enfatizzare determinati prodotti specifici dell’azienda, creare delle fidelizzazioni, o valutare altre modalità per rendere noto quanto più possibile il sito di vendita. Successivamente, non bisogna fare l’errore di sperare che esso continui a vendere per inerzia, ma ci si deve assicurare che vengano garantiti ai clienti continui aggiornamenti sui vari prodotti in vendita, su promozioni e su particolari iniziative, quali sconti e svendite. Allo stesso modo, la comunicazione deve essere effettuata anche verso il personale interno, che deve essere sempre aggiornato sulle nuove uscite, su eventuali aggiornamenti sull’utilizzo del sito e su tutto quanto possa servire a migliorare la visibilità e, quindi, l’utilizzo dell’e-commerce stesso. Va inoltre ricordato che il commercio online, come tutto quanto gira su internet, cambia e si evolve in modo rapido e continuo, per cui gli aggiornamenti, sia verso la clientela che verso il personale interno sono fondamentali per garantire una vita lunga e duratura al sito stesso.

Se i clienti hanno bisogno di essere sempre aggiornati sulle novità e sui prodotti in vendita sull’e-commerce, l’azienda ha invece necessità di ricevere dei dati informativi, ossia relativi al traffico che il sito produce. Controllare regolarmente le percentuali di vendita, il rapporto tra traffico e vendite e ricevere tutte le informazioni e le analisi relative agli andamenti del sito di commercio online è fondamentale per comprendere se ci si sta muovendo nella giusta direzione o se si deve migliorare qualche aspetto, per poter migliorare le vendite stesse. Infatti, non bisogna mai dimenticare che un sito di commercio online, per essere di successo, non deve rappresentare solo una vetrina per determinati prodotti, ma soprattutto un punto di riferimento per gli acquisti.

eCommerce i fattori chiave

Il settore dell’e-commerce italiano ha registrato nel corso del 2016 un volume di acquisti pari a 20 miliardi di euro. Cambia la mentalità nei confronti degli acquisti su Internet così come cambiano i device con i quali ci si rapporta allo shopping online. Tablet e telefonini fanno la parte del leone mentre l’interesse si concentra soprattutto nei settori del turismo, editoria, assicurazioni ed elettronica. Nonostante questa forte crescita, rispetto al trend europeo, l’e-commerce italiano è piuttosto debole e sono molte le aziende che falliscono nel loro intento.

Creare un e-commerce è un’operazione che non può prescindere da una visione strategica d’insieme, regolata da uno step by step che consenta di pianificare ogni mossa. Tale strategia va elaborata tenendo conto di alcuni fattori chiave fondamentali per avviare un’attività online di successo.

1) Affidarsi a una web agency

Sembra semplice creare un sito. In realtà è un’impresa difficile, soprattutto se non si ha dimestichezza con il SEO o non si conosce nulla del marketing nel web. La soluzione vincente è affidarsi a una web agency, composta da personale qualificato e competente in grado di sviluppare le strategie più adatte per far decollare il proprio sito. La web agency è in grado di assistere il cliente e di proporre le soluzioni più adatte alla risoluzione di eventuali problemi. L’e-commerce non può rispondere al principio del “Set & Forget” di matrice anglosassone. È un settore che cambia in continuazione, che si adegua a diversi trend del mercato e proprio per questi motivi i suoi parametri non possono essere standardizzati. Per riuscire ad essere competitivi occorre piazzare le persone giuste al posto giusto. Tre imperativi: marketing, merchandising e business technology. In questi tre settori chiave, il personale competente della web agency è in grado di elaborare le strategie più adatte e di ottenere i risultati concordati con il cliente.

2) Piattaforma: open source o di proprietà?

Il primo step è la creazione di una piattaforma. Un elemento essenziale che non decreta il successo dell’e-commerce ma senza dubbio lo aiuta. Tale piattaforma può essere di due tipi. Nell’open source, come suggerisce il nome, il codice sorgente viene messo a disposizione degli utenti, i quali possono modificarlo e personalizzarlo a piacimento. Il vantaggio di una piattaforma di questo tipo è che consente di creare nell’immediato il sito ma presenta anche alcuni svantaggi come la poca flessibilità e la presenza di reiterati bug nel sistema. La soluzione ideale è affidarsi a una web agency che con professionalità e competenza possa aiutare a sviluppare una piattaforma proprietaria. I vantaggi di questa scelta sono innegabili. La web agency mette a disposizione del cliente una serie di strumenti che permettono la creazione di una piattaforma sicura e in grado di rispondere con efficacia alle esigenze del cliente. Un altro vantaggio innegabile è il supporto offerto dalla propria web agency per risolvere qualsiasi problema o dubbio che può essere riscontrato durante l’utilizzo di una piattaforma proprietaria.

3) Retargeting questo sconosciuto

Il retargeting è uno strumento tanto utile quanto a volte sconosciuto. Definirlo è molto semplice. Prendiamo un utente medio che cerca un determinato prodotto sul web. Lo trova in un sito e poi ne compara il prezzo con gli altri presenti su Internet. L’acquisto si conclude o viene rimandato. In questo caso, il primo sito, dopo un tot di tempo,viene dimenticato. Per ovviare a questo inconveniente interviene il retargeting (o remarketing) che insegue letteralmente il cliente, diventando in parole povere la sua memoria storica, attraverso la comunicazione tra browser e cookie anonimi. Il retargeting, associato a strategie di outbund e inbound, è una carta vincente, in grado di assicurare un elevato ritorno di investimento. La web agency interviene anche in questo caso applicando le strategie più utili e le necessarie conoscenze tecniche.

4) Chiarezza

L’utente ha bisogno di navigare e acquistare su siti che siano chiari e facilmente comprensibili. Il nodo fondamentale è conquistare la fiducia del cliente. Tale fiducia è incoraggiata dalla completezza di informazioni e dalla possibilità di intraprendere un percorso lineare e preciso sul sito dell’azienda. La web agency può stilare, ad esempio, informazioni complete sui costi e sulle modalità di spedizione, sulla politica dei resi o sulle caratteristiche dei prodotti. Questi sono elementi essenziali per la fidelizzazione del cliente. Dopo aver creato una base chiara e precisa, il passo successivo è la creazione di un’esperienza d’acquisto unica e innovativa nel suo genere. Un messaggio originale, un contenuto diverso da quelli che solitamente si trovano sul web aiutano a conquistare il cliente. Riassumendo: chiarezza e originalità, due step fondamentali per un e-commerce di successo!

5) Campagne pubblicitarie

Un vecchio adagio recita che la pubblicità è l’anima del commercio. Un modo di dire che risulta essere fondamentale per il successo di un’attività di e-commerce. Pianificare una strategia di marketing appropriata vuol dire riuscire a battere sul tempo i propri competitors. Oggi il marketing pubblicitario non può fare a meno dei social, canali preferenziali da utilizzare con alcuni accorgimenti fondamentali. L’utente medio di un sito come Facebook, ad esempio, ha bisogno di essere guidato ma non spinto all’acquisto. In questo caso è molto utile elaborare la propria campagna pubblicitaria con una web agency che sappia indirizzare verso le scelte più appropriate. I social sono molto diversi tra loro per cui occorre scegliere quello che più si avvicina al genere di clientela che può acquistare il prodotto proposto.

6) Individuare il target

Una donna clicca più pagine rispetto ad un uomo, è più attiva sul sito e più veloce nel comprare. L’uomo presta più attenzione al dettaglio e alle spiegazioni contenute sulla pagina dell’azienda. Informazioni inutili? Niente affatto. Conoscere il comportamento degli utenti in base al target della propria attività aiuta a porre il focus sulle vendite. Il personale qualificato e competente della web agency, tramite appositi strumenti, apprende i comportamenti tipici degli utenti sul web ed elabora le strategie di marketing necessarie per determinare il successo del brand per cui lavora.

7) Certificato SSL

Recenti sondaggi hanno evidenziato un dato particolare: il consumatore si sente più tranquillo quando naviga su un sito contraddistinto dal protocollo https. Un e-commerce che vuole aumentare la permanenza dell’utente sul proprio sito ha bisogno di farlo sentire al sicuro, garantendogli la protezione dei propri dati sensibili. In questo caso, affidarsi alla web agency consente di ottenere e attivare il proprio certificato SSL in modo semplice e veloce.

8) Ottimizzazione per il mobile

I dispositivi mobili generano il 22% di acquisti sui siti di e-commerce. Dalla lettura di questo dato nasce l’esigenza di proporre un sito ottimizzato per tablet e smartphone o addirittura un’ app che consenta di navigare con efficacia anche in assenza di un pc. La web agency in poco tempo è in grado di offrire al cliente un sito responsive, in grado di adeguarsi automaticamente al dispositivo dal quale viene visualizzato.

Per questo motivo è bene affidarsi a professionisti del settore, le aziende di maggior successo e leader nella vendita online si rivolgono e vengono costantemente supportate da esperti del settore web.

Traffico qualificato

Traffico generale e traffico qualificato

Il web marketing ha una serie di affinità con il marketing fisico, ossia quello che regolarmente si svolge nei negozi di tutto il mondo, in cui le persone entrano, chiedono informazioni su determinati prodotti che possono comprare o meno. Proprio come per i negozi, infatti, anche per il web non è importante che un sito venga visitato da un gran numero di persone se, poi, tali persone escono senza aver acquistato nulla. E’ invece fondamentale che i clienti, anche se in numero più limitato, siano acquirenti fedeli, ossia facciano acquisti continui. Tornando all’analogia tra negozi fisici e web, nel primo caso, quando le persone entrano senza acquistare, si può parlare di traffico generale, nel secondo, invece, di traffico qualificato. In ogni strategia di marketing, sia esso via web o fisico, il traffico qualificato è fondamentale per garantire il successo dell’azienda, ma va sottolineato che esso non si ottiene per caso o per fortuna. Ottenere clienti fidelizzati significa applicare una serie di azioni e strategie che permettono non solo di raggiungere potenziali acquirenti, ma di fidelizzarli e incrementarli nel tempo.

Avere un traffico qualificato permette di avere una migliore relazione tra numero di visite o contatti reali e vendite, per cui non si tratta di un’opzione secondaria, ma dell’obiettivo principale di quanti hanno un’azienda che opera nell’e-commerce o che, comunque, punta a realizzare vendite tramite altri canali. Il modo più semplice per ottenere traffico qualificato è creare un target specifico, ossia rivolgersi esclusivamente a quanti possano essere interessati a una linea aziendale specifica e ben definita.

Come ottenere traffico qualificato

Quando si opera in internet, per avere successo, ossia per ottenere visibilità e followers sui social o traffico qualificato su un determinato sito, è fondamentale rivolgersi ad esperti, che sappiano individuare i punti di forza dell’azienda e definire il target di riferimento. Per fare questo, è necessario avere competenze specifiche nel web marketing, e prevedere una serie di passaggi fondamentali per ottenere traffico non generico, ma qualificato. Non si tratta di un obiettivo impossibile da raggiungere, ma che va sicuramente pianificato e realizzato seguendo una serie di passaggi, che prevedono, tra l’altro, la definizione degli step stessi e l’utilizzo delle giuste parole chiave. Definire gli obiettivi è fondamentale quando si fa marketing: nello specifico, quando si vogliono attrarre clienti è necessario non solo definire i punti d’arrivo, ma anche valutare una serie di passaggi da effettuare nei giusti tempi intermedi. Va inoltre sottolineato che ogni passaggio deve essere costantemente monitorato, sia per valutare la risposta dei clienti, sia per controllare le contromosse dei competitors e, infine, per avere sempre sotto controllo gli andamenti dell’azienda stessa. Vanno quindi definiti tutti quei parametri, o Indicatori, necessari ad avere una panoramica più o meno dettagliata dell’andamento del processo che si sta monitorando. Quando si punta ad incrementare il traffico qualificato, tali indicatori dovranno interessare proprio il tipo di utenza alla quale si rivolge il sito e dovranno, quindi, permettere un monitoraggio continuo sugli andamenti dei clienti o potenziali tali, sulle visite al sito, sulle visite uniche, sugli eventuali acquisti eccetera.

Per meglio veicolare il traffico qualificato verso un determinato sito è necessario puntare sui contenuti, che devono essere sempre originali, a tema, e ricchi di parole chiave inserite in maniera corretta. I motori di ricerca, infatti, fanno uso di moderni algoritmi che permettono il riconoscimento di siti fake, senza contenuti, e realizzati inserendo parole chiave a ripetizione, ma senza senso. Chi, invece, punta a creare un traffico qualificato, dovrà essere in grado di stilare contenuti unici e originali per poter analizzare (tramite software specifici) il comportamento dei potenziali clienti al fine di comprendere quali siano le parole maggiormente digitate sui motori di ricerca e realizzare contenuti che contengano anche tali parole.

Social network e blog

Sotto molti aspetti, oggi internet è diventato un vero e proprio calderone, pieno di informazioni non sempre attendibili. Ogni azienda che voglia fidelizzare un determinato numero di clienti, quindi, deve puntare più che mai sulla qualità delle informazioni che fornisce. Per questo motivo viene molto apprezzato l’uso di blog e di social network che devono essere utilizzati per creare una rete di informazioni a completamento delle informazioni fornite dal sito aziendale. I social e i blog, in particolare, permettono di approfondire determinati aspetti specifici e/o tecnici, offrendo ai clienti e ai followers informazioni sempre aggiornate, nuove e soprattutto affidabili. La scelta degli argomenti, le modalità di pubblicazione, la possibilità di interagire con i clienti tramite chat o altri mezzi di comunicazione diventa allora un’arma fondamentale per avere un traffico qualificato, in grado non solo di seguire le attività dell’azienda, ma di proporre e suggerire argomenti e soluzioni. In questo modo, rendendo il cliente parte integrante della comunicazione e delle tematiche proposte, si potrà avere la certezza di avere un cliente fidelizzato e qualificato.

Non solo: il dialogo clienti-azienda, permette all’azienda di comprendere al meglio le necessità del proprio pubblico e offre quindi la possibilità, quando ritenuto opportuno, di effettuare determinate scelte piuttosto che altre, proprio perché si sono comprese le necessità dei clienti stessi.

Tutti questi risultati non possono essere raggiunti in maniera semplice se non ci si affida a una web agency qualificata e professionale, specializzata proprio nella realizzazione di siti web aziendali e, quindi, in grado di applicare tutte quelle operazioni necessarie a creare non un sito web qualsiasi, ma un sito di successo, ben posizionato e in grado di convogliare a sé il giusto traffico di utenti.